Cinema Vue

Regno Unito
Appaltatore principale
Interni Bridgford
Operatore cinematografico
VUE
Fatti chiave
Cinema a 16 schermi
630 Isolatori per la struttura dei sedili a rastrelliera
2155 m di FAVIM forniti sotto le pareti
1598m4 di pavimenti galleggianti Isomat
5367 Isolatori Isomat
248 m2 di massetto isolato
115m3 di calcestruzzo
Distanza massima di versamento: 230 m dalla pompa situata a 30 m di profondità

La sfida

In termini di sfide uniche per questo progetto, c'erano diversi tipi di pareti a seconda della posizione e il posizionamento degli isolatori sarebbe stato un processo intensivo, in parte a causa di vincoli di tempo, ma anche per la quantità di isolatori per schermo. In media c'erano 36 isolatori per struttura di seduta per auditorium e 16 sale. Un'altra sfida era rappresentata dal fatto che l'accesso per tutti i materiali avveniva attraverso una serie di doppie porte sul tetto, con accesso tramite una gru, se disponibile, o altrimenti con un montacarichi. Infine, l'accessibilità limitata alla sommità del centro commerciale avrebbe comportato il pompaggio del calcestruzzo a 30 metri di altezza e fino a 200 metri all'interno dell'edificio, attraversando la rete di corridoi d'ingresso degli auditorium.

La soluzione

Grazie al completamento con successo di un progetto simile a White City (e ad un accordo commerciale diretto) siamo stati
automaticamente selezionati per lavorare direttamente con Stratford City. Le chiavi del successo
sono stati una pianificazione intensiva e dettagliata, la gestione del progetto e la disponibilità di una gamma di prodotti di qualità adattabile a diverse applicazioni.

Il sito faceva parte dello sviluppo olimpico di Londra, pertanto tutte le consegne dovevano essere effettuate tramite
veicoli dedicati prenotati in anticipo, che dovevano essere sottoposti a speciali controlli di sicurezza fuori dal sito prima di essere autorizzati a entrare nel complesso di Westfield.

Struttura di seduta inclinata

Farrat ha agito come coordinatore del progetto, prendendo i carichi dall'ingegnere strutturale, le dimensioni delle piastre di base dai due appaltatori della carpenteria e i requisiti di prestazione acustica del consulente acustico per generare programmi e disegni per ogni auditorium, indicando quale cuscinetto deve essere posizionato in quale posizione.

Ogni cuscinetto acustico è stato etichettato singolarmente e le rondelle acustiche AWTH sono state confezionate in kit per ogni auditorium e le consegne sono state programmate in base al calendario di installazione di Bridgford. Tutto ciò si è rivelato un servizio prezioso per il cliente, in quanto ha permesso di evitare errori e di ridurre i tempi di installazione.

Muri

Il progetto tipico di un cinema prevede che le pareti acustiche siano sostenute dal pavimento flottante per creare un design box-in-box. Le prestazioni del cinema White City VUE hanno dimostrato che il metodo alternativo di collocare le pareti accanto al pavimento e di isolarle con le rondelle acustiche Farrat FAVIM e AWTH ha dato risultati acustici eccellenti.

A seconda dell'ubicazione, le pareti erano di diversi tipi e in ogni caso abbiamo calcolato la larghezza della striscia necessaria, la lunghezza di ciascun tipo di parete e la quantità di rondelle acustiche AWTH con boccole integrate. Tutti questi elementi sono stati imballati per essere facilmente identificati, in modo da accelerare i tempi di installazione in cantiere.

Pavimenti

La parte finale del processo è stata l'installazione dei pavimenti galleggianti acustici, scelti per la facilità, la velocità e la flessibilità di installazione. Abbiamo creato disegni di installazione accurati per ogni auditorium, indicando le posizioni e le quantità esatte degli isolatori e delle casseforme. Per le rampe d'ingresso di ciascun auditorium abbiamo creato rampe in massetto armato che sono state isolate con il materiale FAVIM per l'isolamento acustico dell'intera area nel punto in cui la parte superiore della rampa incontrava il sistema di pavimento galleggiante Isomat.

L'accesso per tutti i materiali era molto limitato e l'attenzione era rivolta alla protezione dell'edificio appena terminato. Anche in questo caso è stata presa la decisione di utilizzare il calcestruzzo fibrorinforzato piuttosto che la rete di armatura, poiché sarebbe stato necessario troppo tempo per inserire la rete nell'edificio.

Il getto di calcestruzzo è stato completato con successo nei 5 giorni previsti. Il calcestruzzo doveva essere pompato a 30 metri di altezza (facendo attenzione a non danneggiare la facciata finita dell'edificio) e fino a 230 metri all'interno dell'edificio, attraversando la rete di corridoi di ingresso dell'auditorium. Per una condotta così lunga abbiamo utilizzato un compressore per spingere il calcestruzzo in eccesso fuori dalla condotta e ridurre al minimo gli sprechi di calcestruzzo.

Un rapporto di collaborazione e professionalità tra il team Acoustruct e il cliente ha permesso di gestire con successo le modifiche al progetto imposte dall'utente finale e il coordinamento con gli altri operatori per garantire il completamento del progetto nei tempi e nei costi previsti.

Martin Fahey
Direttore, Bridgford Interiors
Avendo già fornito una soluzione così completa per un progetto simile, Farrat è stata la scelta più ovvia.

Progetti correlati

Sfida i nostri ingegneri

Contattateci subito per una prima consulenza.

Contatto