Riduzione del movimento della pressa a tazza con Farrat Isomat

Svizzera

Panoramica del progetto

Le presse per tazze sono parte integrante della produzione di lattine e vengono utilizzate per stampare tazze cilindriche da rotoli di alluminio o acciaio. Questa azione genera eccitazioni verticali "d'urto" a frequenze determinate dalla velocità della macchina.

La pressa Cupper è stata installata su un blocco inerziale in calcestruzzo profondo 4 metri, supportato da elementi elastici e smorzatori viscoelastici progettati e forniti da un altro produttore. Anche con le molle elicoidali la pressa influenzava la fabbrica vicina, quindi le molle sono state ammorbidite, ottenendo una frequenza naturale del sistema di 1,25 Hz.

La sfida

Sebbene questo ammorbidimento fosse sufficiente a fermare il disturbo del terreno del vicino, comportava alti livelli di movimento verticale e rotatorio della pressa stessa, con conseguenti arresti indesiderati, livelli più elevati di scarti e usura precoce degli utensili che incidevano sulla produttività e sui costi operativi della macchina.

Siamo stati contattati per fornire una soluzione che controllasse questo movimento eccessivo senza emettere ulteriori vibrazioni nel terreno.

La soluzione

I nostri ingegneri hanno sviluppato un sistema di isolamento sostitutivo utilizzando Isomat, un prodotto utilizzato da decenni in un'ampia gamma di applicazioni, tra cui presse per lo stampaggio, fucine, macchine ultrasensibili, apparecchiature scientifiche e strutture edilizie. Il nostro team ha condotto un'indagine sulle vibrazioni per misurare il livello di vibrazioni emesse prima e dopo la sostituzione degli elementi elastici, per valutare l'efficienza del sistema Isomat.

È stato possibile osservare una significativa riduzione delle vibrazioni in ogni parte del sistema, in particolare alla velocità operativa della Cupper Press, leggermente inferiore a 2 Hz. Questa è la frequenza in cui è più probabile che la macchina si muova e dondoli, incidendo sulla qualità del processo. La deflessione calcolata sotto carichi dinamici è stata inferiore a 1 mm, un valore significativamente inferiore rispetto agli isolatori a molla.

Il sistema preesistente di molle con visco-ammortizzatori si è rivelato inadatto a causa della sua frequenza naturale estremamente bassa, che è eccessivamente vicina alle frequenze di disturbo generate dalla Cupper Press, aumentando il rischio di risonanza.

Profilo del partner

In stretta collaborazione con il nostro cliente, abbiamo condotto indagini approfondite per soddisfare le sue esigenze specifiche utilizzando il sistema Isomat. Il risultato è stato una notevole riduzione dei movimenti della macchina, il mantenimento di un ambiente silenzioso per gli edifici circostanti e una manutenzione senza problemi. Questo dimostra l'efficacia del sistema Isomat per la Cupper Press e per macchine ad impatto simili.

Ultimi casi di studio

Sfida i nostri ingegneri

Contattateci subito per una prima consulenza.

Contatto